Estetica dentale

L’estetica dentale è il principale obiettivo della odontoiatria estetica, che si pone come obiettivo quello di ripristinare o accentuare la bellezza naturale del viso migliorando il sorriso. Le diverse tecniche utilizzate possono mirare allo sbiancamento dentale per aumentare la brillantezza e la luminosità dei denti, alle faccette estetiche in ceramica che vengono “incollate” sulla superficie esterna dei denti. Queste permettono di cambiare colore, forma e in parte la posizione del dente stesso.

Le faccette dentali, o veneers, sono delle sottili lamine in ceramica cementate sui denti naturali tramite una speciale tecnica adesiva. Oltre che svolgere una funzione estetica, rafforzano il dente nella fase masticatoria.

Lo sbiancamento dei denti è una tecnica che permette di riacquistare il colore naturale dei denti o anche un bianco “hollywoodiano”.
Il trattamento professionale consiste nell’applicare sui denti un gel contenente una forte concentrazione di perossido di idrogeno.
Lo sbiancamento dei denti a casa consiste nell’applicar delle mascherine contenenti perossido di idrogeno in dosi minori per alcune ore al giorno per diversi giorni.

Come sono fatte le faccette dentali?

Le faccette dentali sono sottili lamine di ceramica che vengono posizionate sulla superficie esterna dei denti e vengono usate per migliorare l’estetica. Il loro utilizzo permette di rendere i denti più bianchi, chiudendo gli spazi neri interdentali, creando forme simmetriche, centrando la linea mediana. Hanno inoltre una funzione importante a livello di salute, permettendo di recuperare le funzioni masticatorie a seguito di traumi o usura dentaria come il bruxismo, digrignamento, cattive abitudini. Con le faccette dentali, insomma, vendono nascosti difetti di forma, colore o posizione dei denti. Le faccette, le quali possono essere considerate vere e proprie protesi.

Come si applicano le faccette dentali?

Le faccette dentali sono applicate con una particolare colla del tutto invisibile che garantisce massima adesione alla superficie del dente, mascherandone appunto le imperfezioni.
L’applicazione delle faccette garantisce in particolare denti più bianchi e lucidi e la totale copertura di macchie e discromie permanenti. Il trattamento non presenta controindicazioni assolute e può essere eseguito a qualsiasi età.

Fasi di preparazione all’applicazione delle faccette dentali

Prima di realizzare le faccette, i pazienti vengono sottoposti ad una “prova” che si chiama “mock-up”. Questa fase consente di registrare le impronte e formulare il più corretto piano di trattamento. La forma ideale dei denti viene ricostruita in cera su un modello o al computer tramite programmi dedicati e consente di previsualizzare il possibile risultato finale.

I denti vengono preparati per ricevere le faccette. Si procede alla limatura dei denti in spessori di circa 0.3 – 0.7 mm al fine di creare lo spessore necessario per incorporare le faccette senza creare sporgenze eccessive o scalini. Ciò serve ad evitare infiammazioni delle gengive e a nascondere i margini delle faccette in zone non visibili.

In alcuni casi, è possibile realizzare delle faccette senza preparare il dente. Può accadere ad esempio quando si devono chiudere i diastemi (spazi tra i denti) o allungare i margini consumati (usura, bruxismo). E’ possibile ricorrere anche alle cosiddette “faccette addizionali”, piccoli frammenti di ceramica che non ricoprono l’intera superficie del dente ma ricostruiscono solo determinate zone (spazi interdentali, margini incisali fratturati, etc).

Quali materiali sono utilizzati per le faccette dentali?

Le faccette possono essere realizzate con differenti tipi di ceramica. La più utilizzata è il disilicato di litio, una ceramica esteticamente molto bella ma al contempo molto resistente. In casi particolari, si può optare anche per la ceramica feldspatica, a seconda delle condizioni del caso e delle necessità del paziente.
Le faccette definitive vengono fissate tramite cementi resinosi ad elevata resistenza che garantiscono una valida tenuta nel tempo.

Quanto tempo durano le faccette dentali?

La vita media di una faccetta è di circa 8-10 anni, ma con una accurata ed opportuna manutenzione, la durata di una faccetta può essere allungata fino ad oltre 20 anni.
In caso di problemi una faccetta può essere rimossa tramite limatura e sostituita con una nuova faccetta o una corona protesica tradizionale.

No alle faccette low cost

Diffidate delle faccette dentali low cost che fanno uso di materiali di scarsa qualità.
Il rischio è di perdere le faccette in breve tempo. Quello che in un primo momento potrebbe sembrare un risparmio, si trasforma in un costo di tempo e denaro doppio, obbligando a ripetere il tutto una seconda volta.

Il nostro studio dentistico a Foggia, prima di intraprendere una qualunque cura dentale o medica, offre una Visita Dentale di controllo o prevenzione Senza Impegno e Gratuita, che vi consentirà di avere un’idea chiara e dettagliata dei costi e tempi.
Fissa un appuntamento presso lo studio dentistico Di Conza ed insieme troveremo la soluzione più adatta ai tuoi problemi.

Contattaci per fissare un appuntamento
La prima visita è gratuita
Scegliendo il nostro studio potrai fare affidamento su una grande esperienza, che unita alla passione per questo lavoro e la continua ricerca di nuove attrezzature tecnologiche e terapie all’avanguardia consente di offrire risultati impeccabili, per la perfetta salute di denti e gengive.
dott. Giuseppe Di Conza - Studio dentistico Di Conza - Foggia

Il dottor Di Conza e il suo team affrontano anche i casi più complessi con metodiche di ultima generazione, come l’implantologia computer guidata che viene effettuata con l’ausilio di attrezzature tecnologiche avanzate.

dott. Giuseppe Di Conza
Studio Dentistico dott. Giuseppe Di Conza

Corso del Mezzogiorno, 34/B scala C – Foggia