apprecchio-dentale

L’apparecchio ortodontico è un dispositivo medico con il quale l’ortodontista riesce ad allineare i denti. E’ importante al fine di ottenere una masticazione corretta, una migliore igiene orale e una migliore estetica del sorriso.
Sono tante le domande che ci si pongono quando si tratta della salute dentale. Quando è necessario utilizzare un apparecchio dentale? A che età iniziare? Quante tipologie di apparecchio dentale ci sono? Scopriamo insieme le risposte che potranno guidarvi nella scelta più giusta.

Quanti tipi di apparecchio dentale ci sono

Sono tre le tipologie di apparecchio dentale:

Quanto tempo bisogna tenere l’apparecchio ai denti
Il trattamento ortodontico può durare da un minimo di 5 mesi fino a diversi anni. In particolare, nell’adulto può arrivare a 2 anni. Molto dipende dalla problematica del paziente e dalla risposta al trattamento che si ottiene.

Apparecchi dentali fissi

Gli apparecchi dentali fissi sono formati da vari fili in materiale metallico, elastici e attacchi, chiamati bracket.
L’apparecchio dentale fisso è costituito da:

Apparecchi dentali mobili

Gli apparecchi dentali mobili vengono usati per correggere malocclusioni più gravi o disformosi dento-facciali, correggono e guidano la crescita delle basi ossee, soprattutto a seguito di abitudini errate e comportamenti scorretti che si sono sviluppati durante la crescita.
Gli apparecchi dentali mobili sono costituiti da viti, molle e archi.

Apparecchio dentale trasparente
Gli apparecchi dentali trasparenti sono amati anche dagli adulti, poichè non alterano l’estetica del sorriso durante il trattamento. Sono conosciuti anche come mascherina o bite. Le mascherine sono studiate al computer tramite un programma che, sulla base delle impronte, i bite progressivi che consentono riallineare i denti.

apparecchio dentale
Apparecchio dentale: tipologia, costi e quando utilizzarlo

Quando mettere l’apparecchio dentale

Non esiste un’età precisa per mettere l’apparecchio, bisogna comunque aspettare che siano spuntati tutti i denti definitivi, dunque non prima dei 12-14 anni.
Esistono però delle eccezioni, ad esempio quando il bambino presenta alterazioni dello sviluppo osseo del palato, crescita anomala della mandibola, morso incrociato o denti non combacianti. In questi casi è possibile intervenire fra i 7 e i 9 anni per correggere precocemente le anomalie.

In età adulta, far ricorso ad un apparecchio dentale non presenta particolari controindicazioni, a parte il disagio di indossare l’apparecchio ed un allungamento probabile dei tempi per ottenere buoni risultati.

» Torna su Apparecchio dentale: tipologia, costi e quando utilizzarlo

Articoli Correlati

» I rischi dell’accumulo di tartaro e di placca nei solchi gengivali

Un sorriso bello è anche un sorriso sano. L’accumulo di tartaro e di placca nei solchi gengivali può provocare: – Gengiviti: che sono l’infiammazione gengivale e provocano rossore, gonfiore e sanguinamento. – Parodontite: conosciuta come “piorrea” è la perdita dei tessuti di sostegno del dente che inizia così a muoversi. – Alitosi: l’alito cattivo può […]


» Ricostruire i denti facendo attenzione al colore naturale

Dovete ricostruire dei denti? Fate attenzione al colore, non lasciatevi tentare dal bianco puro.Non sempre il bianco sgargiante è il colore più adatto per i nostri denti.E’ importante osservare la bocca nel suo insieme. Se i denti naturali hanno un colore scuro, metter loro vicino dei restauri molto chiari può creare un contrasto decisamente antiestetico.Fatevi […]


» Faccette dentali per un sorriso da vip. Ottienile presso lo studio dentistico a Foggia

Avere un bel sorriso è l’obiettivo di ognuno. Può accadere però che i denti possano perdere in parte candore e lucentezza, soprattutto con l’avanzare dell’età. Grazie alle ultime innovazioni tecnologiche in ambito odontoiatrico, è possibile ottenere un sorriso perfetto anche senza operazioni invasive. La soluzione al problema potrebbero essere le faccette, un trattamento di estetica […]


» Terapia endodontica: quando è necessaria

La terapia endodontica o trattamento entodontico è un intervento odontoiatrico ambulatoriale necessario quando la polpa, cioè il tessuto molle interno al dente, è infiammata o infetta a causa di un danno provocato da una carie profonda o da un trauma che ha determinato una frattura o scheggiatura del dente. La terapia endodontica è necessaria dunque […]